PIANTE MEDICINALI

Per mantenere gli attributi positivi delle piante coltivate nel loro habitat normale, ci sforziamo di estrarre da piante selvatiche. I nostri estratti finali hanno un alto contenuto di biocomponenti attivi e allo stesso tempo preservano il carattere del materiale naturale. Nessuna sintesi o reazione chimica viene impiegata nel nostro processo. Stiamo estraendo principi attivi ottenuti da diverse piante come la valeriana, il Partenio, la camomilla o l’erba di San Giovanni, coloranti speciali da bucce o fiori di pomodoro, antiossidanti da semi di corteccia o broccoli, vitamine lipofile da bacillus subtilis o piante alpine. La variabilità unica dei parametri del processo CO2 significa che questi possono essere adattati individualmente a ciascuna attività e le sostanze attive possono quindi essere estratte e frazionate secondo necessità. In questo modo si possono acquisire elevate concentrazioni di principi attivi a scopo curativo naturale dopo un unico passaggio e senza solventi nocivi.